LESIONE DEI TESSUTI MOLLI? PEACE AND LOVE

Le lesioni dei tessuti molli riguardano i danni rivolti a muscoli, tendini e legamenti, le parti molli del sistema muscolo-scheletrico. Queste possono avvenire per traumi diretti, ad esempio, in ambito sportivo, per l’impatto con un altro giocatore, oppure per traumi indiretti, per una distorsione o uno stiramento muscolare.

Molto spesso le domande che i pazienti mi pongono, per il recupero da questi infortuni, sono le seguenti:

Meglio utilizzare il ghiaccio o il calore? Devo restare completamente a riposo e per quanto tempo? E’ utile il ricorso a terapie farmacologiche (antinfiammatori) e/o strumentali, come la Tecarterapia?

 

Il BJSM (British Journal of Sports Medicine), una delle riviste scientifiche più autorevoli in ambito sportivo, ci viene in aiuto proponendo questo acronimo, PEACE AND LOVE, per indicarci cosa fare subito dopo il trauma e con il passare dei giorni.

 

Nei primi 3/5 giorni avremo bisogno di P.E.A.C.E:

P-ROTECTION, protezione, evitare movimenti e attività che aumentano il dolore nei primi 1/3 giorni dopo il trauma.

E-LEVATION, elevazione, tenere l’arto elevato sopra il cuore più spesso possibile, facilita il ritorno venoso e la riduzione dell’edema.

A-VOID ANTIINFLAMMATORIES, evitare antinfiammatori, non utilizzare antinfiammatori e ghiaccio perché potrebbero rallentare il naturale processo di guarigione tissutale.

C-OMPRESSION, compressione, utilizzare un bendaggio elastico compressivo per ridurre lo stravaso ematico post-trauma e l’edema.

E-DUCATION, educazione, terapie passive, sia manuali che strumentali (TECAR, TENS, ecc.) non riducono i tempi di guarigione. E’ importante educare il paziente affinché sappia che l’unica terapia efficace è quella attiva.

Dopo i primi 5 giorni inizia la fase L.O.V.E:

L-OAD, caricare i tessuti, il dolore ti indicherà quando riprendere le prime attività e attraverso l’esercizio attivo si può iniziare ad aumentare in maniera graduale il carico ai tessuti coinvolti.

O-PTIMISM, ottimismo, la mente gioca un ruolo fondamentale sul tuo recupero. Atteggiamenti come la catastrofizzazione, paura, evitamento possono incidere negativamente sul tuo recupero. Sii positivo.

V-ASCULARISATION, vascolarizzazione, eseguire un’attività cardiovascolare senza dolore aumenta l’apporto sanguigno ai tessuti, promuovendo i processi riparativi.

E-XERCISE, esercizio, come già detto, l’esercizio è l’unica terapia veramente efficace, che ti permette di recuperare mobilità, forza, propriocezione, coordinazione e di ridurre i rischi di recidiva.

Se anche tu hai subito una lesione dei tessuti molli non esitare a contattarmi. Il tuo recupero è importante.

PEACE AND LOVE a tutti.

 

Dott. Simone Capodiferro